BRV Bonetti Rubinetterie Valduggia S.r.l.

MODVLVS

Regolare e distribuire energia pulita

M2 FIX3 CS - DN20

Modulo a due vie con valvola termica di ricircolo per caldaie a combustibile solido. Circolatori ad alta efficienza. Temperatura di apertura 60°C, 45°C o 55°C.

Scheda prodotto

Kascata

Sistema per il collegamento in cascata di più moduli ACS ModvFresh, per portate fino a 200 l/min e potenze fino a 500 kW. Funzione antilegionella per evitare inquinamento batterico.

Scheda prodotto

M2 MIX3 FIX - DN25

Modulo a due vie con valvola miscelatrice a 3 vie con controllo elettronico per temperatura costante. Riscaldamento e raffrescamento.

Scheda prodotto

514

Valvola a sfera con filtro integrato, utilizzabile per carico impianto. Il filtro può essere rimosso per essere pulito o ispezionato. Finitura nichelata.

Scheda prodotto

ModvFresh 2

Gruppo di produzione istantanea di acqua calda sanitaria (ACS) con regolazione elettronica e circolatore ad alta efficienza.

Scheda prodotto

MCCS 745

Gruppo di ricircolo anticondensazione e distribuzione con controllo termostatico della temperatura di ritorno verso generatori di calore a combustibile solido.

Scheda prodotto

789R

Valvola deviatrice termostatica regolabile con elevate prestazioni. Campo di regolazione da 38°C a 54°C. Kvs 2,5 verso la porta 1, 3,5 verso la porta 2.

Scheda prodotto

DomvS Circ 2

Kit di ricircolo ACS per bollitore ad accumulo. Temperatura ACS regolabile da 35 a 60°C. Disponibile versione provvista di circolatore con sensore di temperatura e timer.

Scheda prodotto

MCCS 745

Gruppo di ricircolo anticondensa con controllo temostatico.
Funzione:

Il gruppo di circolazione anticondensa consente di collegare direttamente il generatore a combustibile solido al sistema di riscaldamento o all’accumulatore inerziale senza l’ausilio di altri dispositivi.
Il gruppo infatti racchiude in un compatto ed elegante isolamento la pompa di  circolazione, la valvola termostatica anticondensa, il clapet di circolazione naturale escludibile, valvole di isolamento e termometri. Esso regola automaticamente, al valore di taratura del termostato scelto, la temperatura dell’acqua di ritorno al generatore.

Il dispositivo mantiene il generatore di calore a temperatura elevata (sempre al di sopra di quella di condensazione) in qualsiasi condizione di utilizzo, evitando la formazione di sedimenti sia nella caldaia che nella canna fumaria, migliorandone così l’efficienza e la durata. Sono quindi scongiurati fenomeni di corrosione del generatore o pericolosi incendi delle canne fumarie.

Caratteristiche:

Gruppo di ricircolo anticondensazione e distribuzione con controllo termostatico della temperatura di ritorno verso generatori di calore a combustibile solido.
Corpo in fusione di ottone CB753S. Finitura in ottone giallo.
  • Circolatore sincrono ad alta efficienza Wilo Yonos Para RS/7,5-RKC con regolazione progressiva della velocità.
  • Pressione massima di esercizio: 6 bar.
  • Temperatura massima: 100°C.
  • Temperature di taratura: 45°C, 55°C, 60°C e 72°C.
  • Valvola a clapet a circolazione naturale: comandabile esternamente, può essere inclusa o esclusa in funzione delle caratteristiche dell’impianto.
  • Termometri di indicazione della temperatura: 0-120°C.
Temperatura di apertura nominale: temperatura di taratura + 10 K.
Connessioni esterne disponibili: 1” e  1”1/4  femmina, 28 mm per tubo rame.


PED 97/23/EC, art. 3.3
CAMPO D’IMPIEGO:
Per potenze fino a 90 kW (con ∆t 30 K) e portata massima di 2600 l/h.
Per un dimensionamento preciso o per portate superiori, fare riferimento al diagramma.
Temperature di taratura disponibili:
45 = 45 °C
55 = 55 °C
60 = 60 °C
72 = 72 °C
    Circolatore sincrono:
Wilo Yonos Para RS/7,5-RKC (C8)
Installazione:

Il gruppo di ricircolo anticondensa può essere installato da entrambi i lati del generatore rispettando le seguenti indicazioni:
  • Sul tubo di ritorno alla caldaia in modalità miscelazione rispettando le direzioni del flusso indicate sul corpo.
  • In posizione verticale (con l’asse del circolatore orizzontale) per consentire il funzionamento idraulico della valvola di circolazione naturale a clapet.
Al fine di ottimizzare il controllo anticondensa, si consiglia l’installazione del componente sul ritorno alla caldaia
 

Installazione a destra del generatore di calore

Installazione a sinistra del generatore di calore
 
 
Principio di funzionamento:

Gli schemi sotto indicati raffigurano le varie fasi di funzionamento del gruppo anticondensa.
Attenzione: le immagini sono puramente indicative e non hanno alcuna pretesa di completezza.




  (1) Avvio dell’impianto (riscaldamento caldaia)

All’accensione della caldaia, la valvola termica è completamente chiusa verso l’utilizzatore (porta A) e tale condizione permane fino a quando il fluido, riscaldato dal generatore di calore, non raggiunge la temperatura di apertura della valvola termica (corrispondente a quella di taratura, ad esempio 55°C). Durante questa fase il fluido mandato dalla caldaia ricircola interamente attraverso il by-pass (porta B) e la temperatura di caldaia aumenta velocemente.


  (2) Caricamento dell’impianto (riscaldamento accumulo)

Al raggiungimento della temperatura di apertura (es. 55°C), la via alle utenze (porta A) viene proporzionalmente aperta mentre, nel contempo, il by-pass (porta B) viene chiuso. La temperatura di caldaia sale lentamente cedendo energia all’utenza, ma in ogni caso non scenderà più al di sotto di quella di taratura (es. 55°C).


  (3) Impianto a regime

A partire dalla condizione riportata al punto 2, la temperatura di mandata aumenta progressivamente fino alla completa apertura della valvola termica (porta A) e alla relativa chiusura del by-pass (porta B). Questo avviene a circa 10 K in più rispetto alla temperatura di apertura o taratura (quindi, nell’esempio in oggetto, a circa 65°C). A questo punto l’impianto è in funzione e la temperatura del fluido di mandata può salire fino al valore impostato.
  (4) Circolazione naturale

La circolazione naturale del fluido attraverso il clapet si attiva non appena la pompa si arresta e l’energia restante nel generatore viene trasferita al serbatoio.
Questa funzione si attiva come dispositivo di sicurezza, in caso di arresto della pompa per mancanza di corrente o guasto della stessa, evitando così che la temperatura nel generatore possa raggiungere elevati livelli di pericolosità.
Per attivare la funzione di circolazione naturale svitare la vite di comando in senso antiorario. É possibile in qualsiasi momento bloccare il clapet avvitando in senso orario la vite (operazione da fare con circolatore in funzione).
vite di comando    


Verifica della condizione di impiego


Cliccare sul grafico per scaricare la versione pdf in alta risoluzione
Per illustrare un esempio realistico, prendiamo in esame questi dati di partenza:
  • Potenza del generatore di calore: 28 kW
  • Valore Δt: 20 K
Sul diagramma a lato si osserva che da queste scelte ne consegue una portata di 1,2 m3/h.

Nel diagramma del circolatore, riportato in basso, è possibile incrociare geometricamente questo valore di portata con la curva relativa alla velocità prescelta. In corrispondenza di questo incrocio si potrà leggere sulla scala a sinistra la prevalenza sviluppata dal circolatore in tali condizioni.
Il circolatore Yonos Para RS/7,5 sviluppa una prevalenza di 3,3 mH2O in corrispondenza della curva II.
Nel caso specifico del nostro esempio, qualora questa prevalenza non sia sufficiente per i requisiti dell’impianto, si dovrà selezionare una velocità maggiore sul circolatore stesso: curva III.

Prestazioni idrauliche

Prestazioni idrauliche del gruppo di circolazione (A verso AB) verificate presso i laboratori Wilo. Queste prestazioni risultano sostanzialmente inalterate anche per quanto riguarda il passaggio in ricircolo (B verso AB).

Wilo Yonos Para
RS/7,5-RKC
Consumo: 3-76 W

Velocità massima (III)
Velocità media (II)
Velocità minima (I)
Regolazione progressiva
della velocità.
 



Cliccare sul grafico per scaricare la versione pdf in alta risoluzione

• Rilancio diretto al collettore: fino a 45 kW (con Δt 20 K) e portata massima di 1950 l/h. Prevalenza: 4 mH2O
• Con puffer: fino a 90 kW (con Δt 30 K) e portata massima di 2600 l/h. Prevalenza: 2 mH2O


Sono disponibili i pdf dei test report, effettuati direttamente dal laboratorio interno Wilo, che riassumono i risultati delle analisi prestazionali e di verifica della rumorosità.

Caratteristiche dimensionali:
 








Caratteristica Misure
1"
1"1/4
28 mm
A
B
C
D
E
F
G
H

Peso [g]
192
221,5
162
124
13
196
187
79
3.700
192
221,5
162
124
14
200
189
81
3.750
192
221,5
162
124
18
200
189
81
3.750

Codice 1”:  204MCCS-xx-C8
Codice 1”1/4205MCCS-xx-C8
Codice 28 mm:  228MCCS-xx-C8

Composizione del codice: i caratteri “xx” indicano la temperatura di taratura della valvola termica;
esempio: 0204MCCS-55-C8 (taratura a 55°C)
Realizzato da BluePine Technology